Cosa sono le Fobie Sociali

Cosa sono le Fobie Sociali

Il mio Modello terapeutico si basa su un Approccio Integrato che deriva dall’unione di diverse prospettive psicologiche. Spiegherò le fobie sociali attraverso questo modello.

La Fobia Sociale secondo il DSM-5 è un disturbo d’ansia caratterizzato da una preoccupazione significativa indotta dall’esposizione a situazioni interpersonali in cui l’individuo è sottoposto ad un possibile giudizio degli altri (avere una conversazione, fare un discorso, mentre mangia o beve, ecc..). La persona teme che manifesterà dei sintomi d’ansia che verranno valutati negativamente e reagirà evitando la maggior parte delle situazioni sociali oppure vi si esporrà con grande sofferenza. Circa il 13% della popolazione ha un episodio di fobia sociale nella propria vita. Vengono colpiti più gli uomini che le donne.

  • Natura: La fonte della Fobia Sociale è costituita da specifiche ferite del Sè. Queste ferite derivano da diversi messaggi di umiliazione provenienti dai membri della famiglia d’origine o del sistema sociale allargato. Il soggetto interiorizza questi messaggi e crea un immagine inferiore e imperfetta di se stesso.
  • Mantenimento: esistono tre fattori di mantenimento delle Fobie Sociali: 1) attenzione focalizzata: il soggetto invece di stare in contatto con l’esperienza del Sè nel qui e ora, si guarda in una prospettiva di osservatore (es. non contatta le sue reazioni alle persone o all’ambiente, ma focalizza l’attenzione sulla fantasia che gli altri lo criticheranno o non saranno interessati a lui). 2) l’evitamento: i soggetti evitano conversazioni, gli impegni sociali, ecc… Tutto ciò porta ad una riduzione dell’ansia a breve termine ma rinforza la sottostante ferita del Sè. 3) dare una buona impressione di se stessi: anche in questo caso la rassicurazione è solo temporanea perché il soggetto sa che sta ingannando se steso e l’altro. La sua ansia sarà causata da un duplice senso di colpa e dal fallimento che ne deriva.
  • Descrizione di un caso: Sergio professore universitario di 50 anni con un grave problema di Fobia Sociale riguardante il parlare in pubblico. Ha paura di rivelare la sua ansia, teme di avere la voce spezzata, tremori alle mani, ecc… Interpreta questi sintomi come prova della sua incompetenza.
  • Spiegazione e trattamento: Sergio vive un ansia anticipatoria incentrata sulla paura di avere un attacco di panico mentre parla. Ha paura che se ciò accadesse in molti potrebbero avere un opinione negativa sulle sue capacità intellettuali. Vive tutto ciò come un esperienza estremamente castrante. Nel trattamento farei chiarezza sulle fonti che hanno determinato una bassa autostima, aumenterei la consapevolezza delle affermazioni negative su se stesso a aumenterei la frequenza di affermazioni positive. Ridurrei la paura del rifiuto facendo crescere l’autoaccettazione e inviterei il paziente ad assumersi le responsabilità personali.

Riferiemnti: Barry E. Wolfe “Trattamenti integrati per i disturbi d’ansia: la cura del Sè ferito”.